24 agosto 2006 - PERU'

Qualche giorno fa abbiamo saputo che il nostro bagaglio è a Lima nell'ufficio Lost&Found ma, quando abbiamo chiesto a loro di inviarcelo all'aeroporto di Cuzco, ci hanno detto che non potevano, a meno che non gli fornivamo i documenti in originali del bagaglio e del proprietario....eccccerto, dopo tutto il casino che hanno combinato, pretendono che Claudio spedisca loro il passaporto e la ricevuta del bagaglio!!?!??! Roba da pazzi!!

 

Questa mattina, giusto per uno scrupolo, chiamiamo nuovamente e-perù, l'aeroporto di Lima e tutta le solita combriccola e, UDITE UDITE....ci dicono di andare in aeroporto perchè il nostro bagaglio è li...a Cuzco! Finalmente! Quasi non ci speravamo più! Possiamo smettere di andare in giro vestiti come pagliacci tutti colorati :-D e forse riusciremo anche a capire doce è stato fino ad ora il nostro bagaglio.

 

A Toronto ci avevano detto che lo avevano spedito a Lima.....li ci hanno detto che era ancora a Toronto.....NON ERA VERO NIENTE, IL NOSTRO BAGAGLIO ERA A ROMA. Se lo erano scordato! Vabbè....come si dice meglio tardi che mai (^_^) ....

Giusto il tempo di visitare ancora un po' la città e scattare qualche altra foto e poi di nuovo all'aeroporto, questa volta per volare al nord del Perù, ai confini con l'Ecuador....dove il clima è decisamente più caldo e dove ci attendono le onde oceaniche (°_°)

Per arrivare a MANCORA prendiamo dei voli interni con la compagnia LAN perù. CUZCO-LIMA (con scalo ad Arequipa) LIMA-PIURA Scesi all'aeroporto di Piura alle 22 circa.....scopriamo che ci aspettavano ancora 2 ore di macchina sulla Panamericana Norte per arrivare a destinazione.

 

Se avete intenzione di andare a Mancora, sappiate che il modo più semplice per raggiungerla è attravero lo scalo di TUMBES, non di PIURA (1 ora in meno di macchina, ma lo abbiamo scoperto solo DOPO). La Panamericana Nord da Lima si dirige verso l'Ecuador, passando per le città di Trujillo, Chiclayo ed infine Tumbes, è una lingua di asfalto compresa tra il bianco spumeggiare delle onde del Pacifico e la sabbia di un deserto tra i più aridi del pianeta. Purtroppo è notte e la strada è tutta buia, non ci rendiamo conto del paesaggio che è intorno a noi.

 

A mezzanotte circa arriviamo in albergo, paghiamo il taxi e ci sistemiamo in una bella stanza. Cominciamo a sistemare l'indispensabile, pigiama, spazzolino e dentrificio e tutte le altre cose per il bagno prima di metterci a letto stanchi morti. Fuori è buio pesto, l'unica cosa che riusciamo a cogliere è l'assordante e continuo rumore dell'oceano, delle onde che si infrangano sulla spiaggia....se non fosse per il clima così caldo e il cielo così sereno sembrerebbe quasi che ci fosse una tempesta.

 

La cosa mi preoccupa e non poco. Spenderemo in questo paese 1 settimana circa per fare surf.....e se il mare fosse troppo grosso per 2 principianti come noi? (°_°)

Mi addormento, con questi pensieri, stanca morta e preoccupata...

 

Abbiamo prenotato la vacanza su questo sito QUI


Scrivi commento

Commenti: 0