Il nostro weekend Dublinese

Vorrei raccontarvi la città di Dublino, visitata nel weekend appena trascorso, attraverso questa breve storia.

 

Molly Malone (o Cockles and Mussels, Vongole e molluschi) è l'inno ufficioso della città irlandese di Dublino, della squadra nazionale di rugby e dei supporter delle società sportive.

 

Il brano appartiene alla cultura musicale popolare gaelica ed è dedicato ad una figura che non si sa se sia realmente esistita ma che viene convenzionalmente identificata con una prosperosa giovane che alternava, giorno e notte, il mestiere di pescivendola a quello di prostituta, intorno al XVII secolo.

 

Nel 1987, Jean Rynhart, realizza in Grafon Street, per commemorare il primo millennio della città, una statua dedicata appunto alla venditrice di pesce di Dublino, morta in giovane età probabimente a causa del tifo.

 

Proprio in quella zona infatti, si dice che Molly passasse con il suo carretto urlando "cokles and mussels" (vongole e molluschi), e che invece di sera fornisse altri servizi.

La statua è infatti conosciuta familiarmente con il nome di The Tart with the Cart, ovvero "prostituta con il carretto".

 

Cockles and Mussels, or Molly Malone In Dublin's Fair City Where the girls are so pretty I first set my eyes on sweet Molly Malone As she wheel'd her wheel barrow Through streets broad and narrow Crying cockles and mussels alive, alive o! Chorus: Alive, alive o!, alive, alive o! Crying cockles and mussels alive, alive o! She was a fishmonger But sure 'twas no wonder For so were her father and mother before And they each wheel'd their barrow Through streets broad and narrow Crying cockles and mussels alive, alive o! Chorus She died of a fever And no one could save her And that was the end of sweet Molly Malone But her ghost wheels her barrow Through streets broad and narrow Crying cockles and mussels alive, alive o!


Traduzione Nella bella città di Dublino, dove le ragazze sono carine notai una volta la dolce Molly Malone mentre portava il suo carretto, attraverso le strade strette e quelle più grandi, e urlava "vongole e molluschi freschi!" Rit.: Freschi, freschi oh! freschi, freschi oh! Urlava "vongole e molluschi freschi!" Lei era una pescivendola, ma non c’è da stupirsi Perché lo erano stati anche suo padre e sua madre E tutti e due portavano il loro carretto attraverso le strade strette e quelle più grandi, e urlavano "vongole e molluschi freschi!" Rit. Morì a causa della febbre, e nessuno riuscì a salvarla E quella fu la fine della dolce Molly Malone Ma il suo fantasma porta ancora il carretto attraverso le strade strette e quelle più grandi, urlando "vongole e molluschi freschi!" Rit.


Scrivi commento

Commenti: 0