Viaggio in Messico - ultima parte

Da San Cristobal de las Casas partiamo alla volta di Palenque per visitare il sito maya e le cascate. Sono meno di 200 km, ma la strada che si inerpica per le montagne non è proprio agevole per il pullman e così ci mettiamo circa 6 ore.

La città di Palenque non ha nulla di bello, avremmo voluto alloggiare infatti in periferia, nella natura, ma ahimè non c'erano più stanze economiche disponibili.

Immerso nel verde, il sito archeologico di Palenque, è ben conservato, di modeste dimensioni e sorge in una zona ricca di fiumi e cascate. Le costruzioni più importanti del sito sono:

  • Tempio delle Iscrizioni (Templo de las Inscripciones), dove è stato scoperto un passaggio segreto che porta alla tomba e ai tesori del re Pakal.
  • Tempio del Teschio (Templo de la Calavera).
  • Il Palazzo, un complesso di edifici adiacenti e interconnessi e cortili costruiti da diverse generazioni su una terrazza artificiale.

Dopo il sito di Palenque, partiamo di buon'ora per andare a vedere le famose cascate di Misol Ha e Agua Azul.

 

Misol Ha, a 25 km da Palenque, è una cascatona che precipita per 35 metri, circondata dalla vegetazione tropicale.

Ci si arriva scendendo per dei sentieri e, uno di questi, ti permette di camminare dietro la cascata. Immaginate l'umidità, siamo usciti completamente zuppi.

Agua Azul invece è decisamente più grande. Prende questo nome perché in determinati periodi dell'anno l'acqua ha proprio un bel colore azzurro. Evidentemente non in agosto. Questo è il periodo delle pioggie, i torrenti sono in piena, la corrente è forte per cui l'acqua è abbastanza torbida. Qui ad Agua Azul ci si può fare il bagno, ma la tonalità di marroncino non mi ispirava molto!

 

Dopo tutte queste escursioni ci sarebbe aspettata la parte del viaggio più rilassante (si fa per dire) che ci vedeva impegnati in immersioni nell'isola di COZUMEL dove avremmo passato l'ultima settimana di vacanze. Ma c'è qualcosa che non va! Iniziamo a prendere coscienza che, quella piccola perturbazione che vedevamo nei TG locali, non è poi tanto piccola! Si chiama DEAN ed è un bell'uragano forza 4 (il massimo è 5). Che fare? Innanzitutto controllare sui siti specializzati la traiettoria dell'uragano e infine aprire la cartina del Messico e decidere il nuovo percorso.

Purtroppo non abbiamo scelta, l'uragano passerà proprio sopra l'isola nei giorno in cui noi saremmo dovuti essere li. Che rabbia!

Come potete vedere seguendo la freccia rossa, Cozumel si trovava proprio sulla traiettoria di DEAN.

La scelta ricade sulla costa del pacifico: Acapulco e Puerto Escondido. Su Acapulco non c'è un granché da dire, è molto grande, molto turistica e molto Americana! Su Puerto Escondido invece possiamo dire una sola parola....SURF!


Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Charolette Merino (domenica, 22 gennaio 2017 18:32)


    I was wondering if you ever thought of changing the layout of your site? Its very well written; I love what youve got to say. But maybe you could a little more in the way of content so people could connect with it better. Youve got an awful lot of text for only having one or 2 images. Maybe you could space it out better?