Dasvidania Mosca

Eccomi, appena tornata dalla RUSSIA...come mi sento?? CONGELATA!

Meno male che a Roma stamattina c'erano 18°

Mamma mia che freddo! E pensare che quello per loro è solo l'inizio dell'autunno!?!

La temperatura oscillava tra -2 e +2 ...altro che autunno, a Roma quelle temperature si hanno per la settimana più fredda in assoluto di tutto l'anno.

Dall'1 al 4 novembre Roma - Mosca e ritorno!

 

La città è stupenda, le persone un po' meno...ne avevamo già avuto un assaggio al consolato russo. Per richiedere e ottenere il visto ci hanno fatto tribolare non poco. Sono poco propensi ad aiutare il prossimo e assai poco cordiali. E' proprio il caso di dire...UN POPOLO FREDDO!

Ovviamente, della Mosca comunista c'è rimasto poco...ci sono dei centri commerciali che farebbero impallidire anche i giapponesi.

 

Nella Piazza Rossa, nel GUM (grande magazzino di stato, simbolo negativo del sistema sovietico degli approvvigionamenti) hanno aperto un centro commerciale dove tra le varie marche si leggeva: CAVALLI, DIOR, PRADA....

La Piazza Rossa, la cattedrale di S. Basilio, quella dell'Assunzione, il Cremlino, i quartieri di Kitay Gorod e Arbat, il mercato alimentare di Dorogomilovsky e quello dell'arigianato di Izmaylovo, tutti posti davvero incantevoli!

E poi la metropolitana...una vera opera d'arte costruita da Stalin nel 1935!

Da restare a bocca aperta!

Tra marmi, mosaici, statue, affreschi e lampadari sfarzosi tutti i giorni 9 milioni di russi si muovono nel sottosuolo grazie a 9 linee e 150 stazioni che compongono la metro russa. Una delle stazioni, la più profonda (33m) fu anche usata come rifugio antiaereo durante la seconda guerra mondiale.

Siamo tornati distrutti, uscivamo la mattina alle 8 e rientravamo in albergo a mezzanotte...senza fermarci mai. Però ne è valsa la pena, una città davvero bella!


Scrivi commento

Commenti: 0