Hoya Carnosa

Le specie appartenenti al genere Hoya sono estremamente variegate, ne esistono circa 200 specie e possono essere rampicanti, cespugliose, altre ancora arbustive ed altre striscianti.

 

La mia è una Hoya Carnosa, o più comunemente chiamata pianta dai FIORI DI CERA, originaria della Cina e dell'India. E' una pianta rampicante che cresce rapidamente ed è molto diffusa nei climi mediterranei. Le foglie sono appunto spesse e carnose e di colore verde scuro. Fiorisce senza sosta dalla fine della primavera e per tutta l'estate. I fiori sono vellutati, di colore bianco-rosati con una stella al centro che sembra appunto fatta di cera. Di sera, dal centro del fiore, fuoriescono delle piccole gocce di nettare che emanano un delicatissimo profumo dolciastro.


Il profumo della mia estate.

Le Hoya sono piante forti che non richiedono cure particolari, ma solo pochi e semplici accorgimenti.

 

Necessitano ad esempio di molta luce ma non sopportano il sole diretto. Se la esporrete ai raggi del sole, le foglie ingialliranno e la pianta non crescerà. Le temperature di coltivazione estive non devono superare i 30°C e d'inverno non devono scendere sotto agli 8/10°C. 

 

Una volta trovato un angolo di casa o del terrazzo luminoso ma non soleggiato, ricordatevi di dare alla pianta la possibilità di arrampicarsi e attorcigliarsi a grate o strutture idonee. Io per esempio ho creato con dello spago una specie di rete sulla quale la pianta cresce rigogliosa.

Annaffiatura

Va annaffiata abbondantemente per tutto il periodo primaverile/estivo, facendo attenzione a non lasciare ristagni idrici nel sottovaso, se il caldo è eccessivo, vi consiglio di nebulizzare un po' di acqua sulle foglie. Durante l'inverno invece le annaffiature vanno ridotte, ma attenzione a non far asciugare troppo il terriccio, sono piante che amano ambienti umidi.

Concimazione

Le Hoya si concimano ogni 3/4 settimane a partire dalla primavera e per tutta l'estate usando un concime liquido diluito nell'acqua di irrigazione. Bisogna usare un concime che, oltre all'Azoto, al Fosforo ed al Potassio abbia anche Magnesio (Mg), Ferro (Fe), Manganese (Mn), Zinco (Zn), Rame (Cu) e Boro (B) molto importanti per una buona crescita della pianta.

Durante l'autunno e l'inverno le concimazioni vanno sospese.

Potatura

La pianta di Hoya non si pota. Si eliminano solo le parti della pianta che con il tempo seccano per evitare che diventino veicolo di malattie parassitarie. 

Moltiplicazione per Talea

All'inizio dell'estate si prelevano le talee di punta dalla pianta lunghe circa 10 cm. La talea si taglia subito sotto un nodo eliminando le fogli più in basso.  

Si possono mettere le talee in acqua o direttamente nel terreno (formato da torba e sabbia in parti uguali) e si chiude tutto con un sacco di plastica trasparente per evitare che la terra si secchi troppo. Per evitare che le talee entrino in contatto con la plastica dovreste sistemare dei bastoncini più alti delle talee nel terreno e posizionare il vaso in una zona non troppo calda e in ombra.

Quando iniziano a germogliare si possono piantare nel vaso definitivo.

Patologie

Le foglie della pianta iniziano ad assumere una colorazione giallastra: potrebbe esserci un eccesso d'acqua, bisogna quindi far asciugare il terreno, eliminare le foglie danneggiate e diminuire le annaffiature.

Le foglie della pianta appaiono imbrunite o scottate: la pianta è esposta ad insolazione diretta, bisogna sistemare la pianta in una posizione più idonea.