Il pesto vegan

Pochi giorni fa ho scritto un post sulla mia pianta aromatica preferita: Il basilico. Ed oggi sono qui a scriverne un altro perchè il risultato delle intolleranze alimentari che ho fatto ha dato esito positivo ai latticini (Latte Albumina e Latte Caseina).

Questo vuol dire che i miei leucociti hanno reagito a queste sostanze e, per stare meglio, dovrò astenermi dal mangiare qualsiasi cosa che abbia a che fare lontanamente con il lattosio per 6 mesi.

Ma io non posso rinunciare ad un piatto di spaghetti al pesto, specialmente quando il pesto lo faccio io con il mio basilico, E allora eccone una versione vegana per non dover rinunciare.

 

INGREDIENTI

40 foglie di basilico

mezza bustina di pinoli

1 spicchio di aglio

40 gr di Tofu al naturale

sale e olio q.b.

Certo, gli manca quel brio che solo il pecorino riesce a dargli, ma vi assicuro che è buono e per 6 mesi sarà un degno sostituto del mio amato pesto.

 

Quando si fa una salsa o un condimento con pochi e semplici ingredienti a crudo, la cosa fondamentale è la freschezza e la genuinità delle materie prime.

 

Sono sicura quindi di quello che ho fatto perchè tutti gli ingredienti usati sono ottimi. Il mio basilico, i pinoli, l'aglio e il tofu di NaturaSì e l'olio è dell'oleificio Bompensa, ottimo e tutto Italiano. Rispetto a quello che si trova nei banconi dei supermercati questo è di un altro livello.


Scrivi commento

Commenti: 0