Le etichette dei vestiti dicono tutto, basta saperle leggere

Diritto d'autore: http://it.123rf.com/profile_min6939

Quante volte mettiamo in lavatrice dei capi di abbigliamento e ne tiriamo fuori altri? Colori rovinati o taglie improbabili. Eppure la soluzione è proprio li, a portata di naso, siamo noi che spesso ci ostiniamo a seguire l'intuito.

 

Vediamo insieme cosa vogliono dire tutti quei bei simboli che campeggiano sulle etichette dei nostri capi di abbigliamento. Andiamo per ordine.

Asciugatura Naturale

  • Il primo indica che il capo va fatto asciugare su una superficie piana.
  • Asciugatura verticale (appeso) senza strizzare e/o centrifugare.
  • Appendere dopo centrifuga.
  • Asciugare all'ombra.

Candeggio

  • Il capo può essere trattato con candeggina a base di ossigeno o cloro
  • Non candeggiare
  • Trattare con candeggina a base di ossigeno
  • Tratta con candeggina a basa di cloro

Lavaggio

  • Lavare a mano a una temperatura massima di 40 °C.
  • La linea sotto la bacinella indica che i capi possono essere lavati in lavatrice con programmi delicati, a velocità ridotta, temperatura decrescente e centrifuga corta.
  • Non strizzare.
  • Lavare a mano in acqua fredda.
  • Lavare in lavatrice con il programma per la lana, con azione meccanica ridotta e centrifuga corta.
  • Lavare in lavatrice con acqua tiepida, 40 - 50°.
  • Lavare in lavatrice con acqua fredda, 30°.
  • Non lavare con acqua.

Stiratura

  • Stirare con il ferro a temperatura molto alta, massimo 200° C.
  • Stirare a temperatura media, massimo 150° C.
  • Stirare a temperatura bassa, massimo 110° C.
  • Non stirare

Asciugatura con asciugabiancheria

  • Asciugare con l'asciugatrice, programma di asciugatura normale.
  • Programma di asciugatura a temperatura ridotta.
  • Si può asciugare in asciugatrice.
  • Non asciugare in asciugatrice.

Scrivi commento

Commenti: 0