Consigli per riciclare, riusare e ridurre il nostro impatto sul mondo

Prendersi cura di sè e della propria casa in modo sostenibile, piccoli tutorial di cucito e non solo

Ceretta araba al caramello

Quando ero piccola vedevo mia madre con le sue sorelle prepararsi la ceretta in casa. Mettevano delle gocce di cera in un pentolino e le facevano sciogliere a bagno maria. Era una specie di rito, come nel film Caramel, lo avete visto? Commedia drammatica del 2007 diretta dall'attrice libanese Nadine Labaki.

Anche nel libro "Ricci, limoni e caffettiere", manuale nato all'interno della Casa Circondariale femminile di Rebibbia, è descritto un tutorial per la ceretta fai-da-te. Non è una scelta la loro ovviamente, ma una necessità perchè le donne in carcere vengono private di qualsiasi cosa eccetto la fede nuziale e l'orologio, sempre che non siano di valore (vi consiglio di leggere questo piccolo manuale, vi renderete conto di quante cose che consideriamo banali ci mancherebbero come l'aria se ce ne privassero all'improvviso).

leggi di più

Cucire le maschere di Harry Potter ed Hermione

Prima o poi avrei dovuto confrontarmi con questa maschera, e ne sono strafelice. Amo questa ambientazione magica, mi fa tornare indietro nel tempo fino alla mia infanzia fantasiosa.

Comprare tutto il necessario per confezionare questa maschera non è stato proprio economico, ma che vi devo dire, preferisco spendere un po' di più ed avere qualcosa di originale e soprattutto fatto a mano.

occorrente per le maschere

leggi di più

Merry STRANGER xmas

Nulla da dire, solo che ci siamo divertiti molto e che siamo fieri dei nostri addobbi Natalizi.

Oli essenziali contro gli insetti

Qualche consiglio naturale per stare all'aria aperta senza il fastidio di insetti molesti. 

leggi di più

Giardinaggio: antiparassitari naturali

Trattiamo bene la terra su cui viviamo: essa non ci è stata donata dai nostri padri, ma ci è stata prestata dai nostri figli. (Proverbio Masai).

Afidi, piccoli insetti e funghi

leggi di più

Giardinaggio: lavori da fare per le piante in vaso

Gira che ti rigira sono tornata al mio primo amore: il giardinaggio!

 

Dopo aver abbandonato cesoie, guanti da giardino e stivali di gomma per mettere le mani su una tastiera e un manuale di informatica ,perché negli anni 90 se non programmavi in Visual Basic non eri nessuno, ho di nuovo indossato gli abiti usati e lisi del giardiniere e rimesso le mani in pasta. Ho spolverato i libri da Perito Agrario che avevo in cantina e mi sono iscritta al corso di Giardinaggio del comune di Roma.

leggi di più

Costume carnevale: Cleopatra Antonio

Ecco il nuovo e attesissimo carnevale. Sono mesi che discutiamo sul tema della maschera, quest’anno la decisione è stata dura. Emma ha accettato con entusiasmo la mia proposta “Cleopatra e Antonio”, Luca non molto. Ma lo capisco benissimo, lui da bravo maschietto appassionato di guerre stellari e supereroi ha storto il naso all'idea di mettersi un gonnellino e fare l’innamorato di sua sorella.

 

Dopo mesi di contrattazioni abbiamo risolto in questo modo:

Emma avrà la sua maschera da Cleopatra così come da piano, Luca invece ha scelto il costume da GhostBuster e, per farmi felice, ha acconsentito a mettere quello da antico romano per fare delle foto e forse anche un giornata travestito da Antonio.

Luca è un buono, non c’è niente da fare.

Costume carnevale: Cleopatra

leggi di più

Natale: decorazioni natalizie

Ecco qualche graziosa e semplice idea per delle decorazioni natalizie diy e originali.

      

Gli alberi di natale glitter fatti con i legnetti dei gelati di Debbie sul suo sito onelittleproject (e tante altre idee)

leggi di più

Bicarbonato: pulire il forno sporco

La mia famiglia ha apprezzato molto il pollo alla paprika che gli ho cucinato, il mio forno un po' meno e dopo era un vero disastro. Non ho avuto il coraggio di pulire subito tutto quel grasso e così l'ho chiuso e, dopo averlo usato altre volte, era ridotto davvero male. Il grasso si era seccato ed era diventato tutto nero e appiccicoso.

Ho trovato molti tutorial su internet per la pulizia ecologica del forno: bicarbonato e aceto o limone, vapore dell'acqua bollente e poi raschiare con bicarbonato e sale, caffè o cenere. Il bicarbonato è senza ombra di dubbio un elemento importantissimo per la pulizia ecologica della casa.

 

Io a casa, oltre al bicarbonato, avevo l'alcool etilico 95°quello alimentare per dolci e liquori, e ho deciso di fare un tentativo per eliminare grasso e cattivi odori.

leggi di più

Dyson V8 absolute+

Da quando Dyson è entrato nella nostra vita, io e mia figlia (allergiche e asmatiche) viviamo meglio e respiriamo più sano. Acari e pollini sono dei tremendi veleni per i nostri polmoni ma, con qualche accorgimento e dei potenti alleati, questi per noi non sono più problemi.

Avevo già parlato qui del Dyson AM10 e qui dell'etica dell'azienda e dell'etichetta energetica, oggi invece vi parlerò del meraviglioso aspirapolvere Dyson V8 absolute +.

leggi di più

Tutorial costume da sirena

Lo confesso, ho comprato su Amazon Prime una serie di cose che sono nella categoria: MAI PIU' SENZA. Come ad esempio queste meravigliose pinne da sirena.

Una foto pubblicata da @pandsurf in data:

leggi di più

Costume di halloween: la sposa cadavere

Le richieste dei miei figli si fanno sempre più difficili, non so per quanto tempo riuscirò a stargli dietro.

Comunque mi sono rimboccata le maniche e ho iniziato a studiare. Quest'anno la mia ragazza si vuole vestire da "Corpse Bride", meglio conosciuta come "La Sposa Cadavere". Questa sfida mi piace da morire.

Meraviglioso film d'animazione del 2005 diretto da Tim Burton e Mike Johnson, ispirato ad una più antica storia folkloristica ebrea del XIX secolo, trasposta in una immaginaria epoca simile all'era vittoriana.

leggi di più

Trick or treat

Nel caso in cui decideste di preparare dolcetti e caramelle per non ricevere scherzetti, ecco qualche consiglio:

  1. Chupa Chups spaventosi
    servono lecca lecca, carta velina, cartoncino colorato (per occhi denti mantello o quello che la fantasia vi dice) colla e forbici
leggi di più

Food sharing e cibi surgelati contro lo spreco alimentare

Avete mai sentito parlare di food sharing?

Se ne parla ormai da qualche tempo e sono delle trovate, più o meno vincenti, che cercano di ridurre lo spreco alimentare che ci coinvolge tutti. Che si tratti di frigoriferi veri e propri posti in mezzo alla strada o di app che permettono di condividere il cibo in frigoriferi privati, il food sharing è la magia del momento.

Questo post nasce da una vera conversazione e collaborazione con Findus su own your conversation
leggi di più

Reinventare un pasto con gli avanzi in frigo

Vi avevo già parlato qui della campagna alla quale sta partecipando Findus sull'ingente spreco alimentare che ci vede coinvolti e che ogni anno ci fa gettare nella pattumiera 49 kg di cibo.

Bhè, gli avanzi del pranzo non sono certo spazzatura e quando a volte apriamo il frigo e ci sembra di non avere nulla da cucinare, in realtà quello che mi manca è l'ispirazione, un'idea per creare un buon pasto non certo gli alimenti.

Mi viene sempre in mente lo spot pubblicitario con Joe Bastianich: "Routine 1 fantasia 0. Vai vai in frigo, non morde, vai!"

Questo post nasce da una vera conversazione e collaborazione con Findus su own your conversation
leggi di più

Gli italiani e lo spreco alimentare

Le umili origini della mia famiglia mi hanno insegnato che non si può sprecare il cibo. Sono cresciuta vedendo mia madre e mia nonna che congelavano e reinventavano gli avanzi e, quando questo non era possibile, trasformavano i nostri avanzi in mangimi per cani, gatti e altri animali della fattoria.

Conoscere però i numeri dello spreco alimentare in Italia (e in UE) è stato scioccante.

 Una ricerca condotta da GfK Eurisko (in collaborazione con Auchan e Simply) ha permesso di quantificare le dimensioni dello spreco alimentare domestico in Italia. Si è stimato che ogni anno in media una famiglia italiana butta 49 kg di cibo. In valore questo corrisponde a circa 316 € per famiglia.

 

Gli sprechi maggiori riguardano verdura (10,7 kg), frutta (9,9 kg), pane (9,1 kg) e pasta (6,0 kg). Minori sono le quantità sprecate per gli alimenti più costosi: carne (4,5 kg), formaggi (2,1 kg), pesce (1,8 kg), surgelati (1,8 kg) e salumi (1,2 kg).

 

Volete il totale annuo? Ebbene, in Italia vengono sprecati 1,19 milioni di tonnellate di alimenti, corrispondenti a circa 7,65 miliardi di euro.

 

E il resto dell'Europa come si comporta?

Secondo i dati forniti dalla FAO, un terzo del cibo prodotto nel mondo viene perduto o sprecato. In UE, nel 2014, sono stati sprecati 89 milioni di tonnellate di alimenti.  Questi numeri sono sconvolgenti!

(fonte  ricerca Segrè and Falasconi, 2011).

 

Ridurre questo spreco alimentare si può, basta un po' di organizzazione nel sistemare per data di scadenza le derrate nel frigo e nella dispensa, fantasia nel reinventare gli avanzi e consapevolezza nel fare la spesa.

 

Sapete, il frigorifero e il congelatore (come li intendiamo oggi) hanno una storia piuttosto recente e sono stati inventati proprio per conservare più a lungo e in modo migliore le derrate. Pensate che addirittura Albert Einstein, negli anni Venti, lavorò al progetto. Purtroppo però, l'uso improprio che ne facciamo oggi, esagerando con la spesa e non conservando nel modo giusto i cibi, ha aumentato lo spreco alimentare fino a livelli esagerati.

leggi di più

Rinforzare ciglia e sopracciglia in modo naturale

rinforza ciglia e sopracciglia: INGREDIENTI

Con pochi ingredienti naturali possiamo creare un olio per rinforzare le ciglia e sopracciglia ottenendo uno sguardo irresistibile!

 

5 gr Olio alla Vitamina E

20 gr Olio di Argan

55 gr Olio di Ricino

Barattolo di vetro di recupero ben lavato di circa 100 gr

 

1 cucchiaino equivale a circa 4gr di olio

Potete acquistate gli ingredienti in un'erboristeria di fiducia oppure affidarvi a internet, si trovano buone offerte. Io generalmente acquisto su www.enaissance.it oppure su www.macrolibrarsi.it

 

leggi di più

Scrub corpo rilassante alla lavanda

Ho già spiegato in questo post il motivo per cui è bene farsi lo scrub corpo in casa. Ora vi spiego il procedimento per farne uno rilassante alla lavanda. Personalmente lo uso per la doccia serale al posto del bagnoschiuma perchè ha un ottimo potere lavante. La fragranza è molto gradevole e lascia la pelle morbida e profumata. Inoltre, essendo al 100% naturale e biodegradabile, è super ecologico e non disperde microplastiche nel nostro mare.

 

Innanzitutto ci occorre un contenitore di recupero ben lavato, una ciotola piuttosto larga per mescolare tutti gli ingredienti, un paio di cucchiai puliti per mescolare.

 

leggi di più

Costume di Biancaneve

Quest'anno il nostro sport è il PATTINAGGIO. Ma proprio nostro, di tutta la Pand-Family !

 

Ha iniziato la principessa di casa e ne è entusiasta. Questo ha risvegliato il pattinatore che era nascosto in mio marito, a detta sua da ragazzo pattinava ed era anche piuttosto bravo. Ovviamente, se lo fa il papà, lo fa anche il nostro ragazzo e così Babbo Natale ha portato pattini, tranne che a me :( ma nel giro di poco tempo mi sono fatta coinvolgere dal loro entusiasmo ed ho iniziato a prendere lezioni di pattinaggio artistico anche io.

 

Alla soglia dei 40 anni si fanno cose strane, c'è chi si regala delle tette nuove, chi si compra un cane, chi parte per un viaggio intorno al mondo e chi, come me, decide di sfidare i propri limiti.

leggi di più

Le etichette dei vestiti dicono tutto, basta saperle leggere

Diritto d'autore: http://it.123rf.com/profile_min6939

Quante volte mettiamo in lavatrice dei capi di abbigliamento e ne tiriamo fuori altri? Colori rovinati o taglie improbabili. Eppure la soluzione è proprio li, a portata di naso, siamo noi che spesso ci ostiniamo a seguire l'intuito.

 

Vediamo insieme cosa vogliono dire tutti quei bei simboli che campeggiano sulle etichette dei nostri capi di abbigliamento. Andiamo per ordine.

leggi di più

Come fare uno scrub in casa

perché farsi lo scrub in casa?

  1. Migliora la circolazione
  2. Elimina le cellule morte donando alla pelle un aspetto più sano e liscio
  3. Tonifica e rigenera le cellule
  4. Idrata
  5. Sappiamo cosa c'è dentro
  6. E' economico....
  7. Ma soprattutto è ECOLOGICO perchè mancano totalmente le inquinanti MICROPLASTICHE per l'effetto "abrasivo"
leggi di più

Hai un maglione infeltrito e ti dispiace buttarlo? Ecco come puoi dargli una seconda vita!

Quando un maglione si infeltrisce c'è poco dare fare.

 

Ho provato ad utilizzare i rimedi della nonna immergendolo nel bicarbonato, nel latte, in acqua a 37°, in acido citrico, in acqua ghiacciata, ... potrei continuare a lungo, ma la verità è che non tornerà mai più come prima. E allora? Mettiamoci l'anima in pace e, se proprio non riusciamo a liberarcene, diamogli una seconda vita.

le moffole di Mossy

leggi di più

Tutorial: le maniche a palloncino

Non è facilissimo riuscire a cucire una manica perfetta, la cosa migliore da fare sarebbe misurare un capo che avete nell'armadio e che vi cade a pennello.

Vi accorgerete che la manica è sempre un po' più grande del giro manica, questa differenza è chiamata lentezza.

Per fare una buona cucitura, bisogna distribuire la lentezza (che in genere è di circa 2 cm) su tutto giro manica, un po' più abbondante sulla cuffia (la parte alta della manica) lasciando così al braccio una certa libertà di movimento.

leggi di più

Una pelle liscia come la tua, grazie a Visacare

Dall’inizio del XX secolo tutte le donne, non solo quelle di un elevato ceto sociale, hanno iniziato a prendere coscienza del proprio aspetto fisico e della propria femminilità, curando la loro presenza con un abbigliamento adeguato, con raffinate acconciature e soprattutto hanno iniziato ad occuparsi della cura del proprio viso.

leggi di più

Frozen: il vestito di Elsa

Provate un po' ad immaginare che vestito di carnevale mi può aver chiesto mia figlia di 6 anni e 3 mesi?

 

D’ora in poi lascerò,

che il cuore mi guidi in po’,

scorderò quel che so,

e da oggi cambierò.

 

Resto qui,

non andrò più via.

Sono sola ormai,

da oggi il freddo è casa mia!

 

Indovinato? Ebbene si, proprio lei, la Regina dei Ghiacci! Elsa!

leggi di più

Tutorial: mascherine per dormire

Personalmente non sono un'amante di queste mascherine ma devo dire che, quando si è in viaggio e si cerca di schiacciare un pisolino in un luogo pubblico, sono l'ideale. Se volete fare un regalo gradito a chi è spesso in viaggio, vi propongo questo simpatico tutorial.

leggi di più

Natale: Idee per apparecchiare la tavola

Già da qualche giorno si è iniziato a pensare al menù per: la cena della Vigilia, il pranzo di Natale e quello di Santo Stefano. Anche quest'anno, a malincuore, sono stata esentata dalla preparazione di qualsivolglia pietanza. A noi giovani (anche se non lo sono più tanto, per mia nonna sono sempre la nipotina) è permesso portare solo il dolce, oppure organizzare l'aperitivo. Magra consolazione.

 

Inoltre, per cercare di fare un po' di economia già da qualche anno, mio cognato e la sua famiglia hanno istituito il regalo ad estrazione: si decide un budget, si mettono tutti i nomi in un bussolotto e poi ognuno estrae il nome della persona alla quale deve fare il regalo. 

Insomma non posso cucinare e non posso fare i regali come voglio io......ma che Natale è?!?

Una cosa la devo fare per forza, altrimenti impazzisco.

 

Ho pensato che magari potrei "addobbare" la tavola con un particolare centrotavola e piegare in modo simpatico i tovaglioli. Ed ecco che ho trovato queste idee molto carine e semplici che sono sicura mi saranno concesse.

leggi di più

Un presepe a centro tavola

Occorrente per il centro tavola:

 

Barattoli di vetro di diversa grandezza

Personaggi del presepe

Vassoio

Colla a caldo

Stoffa per ricoprire il tappo

Luci a batteria

Pigne, foglie, vischio o altro materiale per decorare il vassoio

 

Dopo aver scelto il numero di personaggi e di barattoli, li ho incollati con la colla a caldo sul fondo. Io ho scelto di mettere il bue e l'asinello in un barattolo e la sacra famiglia nell'altro, ma potete anche usare un barattolo per i Re Magi, il pastore e le pecorelle.

Ho messo le batterie alle lucine, acquistate al negozio cinese, e le ho sistemate nel barattolo. La parte con l'interruttore l'ho messa sopra il tappo e quest'ultimo l'ho ricoperto con della stoffa natalizia rossa con dei fili dorati.

 

Molto semplice e di grande effetto.

leggi di più

Tutorial per Halloween: ali di pipistrello

Ci siamo, domani è Halloween e i miei bambini questa mattina hanno "forse" deciso che vorrebbero vestirsi da pipistrello. Ti pareva, è l'unico abbigliamento che ci manca. Abbiamo diavoli, fantasmi, streghe e vampiri, ma nessun pipistrello....ancora.

 

Avevo già dato qualche consiglio per imbandire la tavola e addobbare la casa, ma nulla ancora sui costumi.

Questa mattina però navigando un po' per la rete, ho trovato alcuni progetti "last minute" per ali di pipistrello molto carini.

 Tra i progetti visti, questi sono quelli che mi hanno convinta di più:

Ali e maschera da pipistrello realizzati da Alpha Mom

leggi di più

Un orto verticale

orto verticale: OCCORRENTE

leggi di più

La nuova etichetta energetica per gli aspirapolvere

Cartellone pubblicitario del 1910 di Regina, una diretta concorrente di Hoover (Credits per la foto: The National Geographic Magazine/ Wikipedia)
Cartellone pubblicitario del 1910 di Regina, una diretta concorrente di Hoover (Credits per la foto: The National Geographic Magazine/ Wikipedia)

Forse non tutti sanno che:

 

il 30 agosto 1901 Hubert Cecil Booth, ingegnere britannico, brevettò l'aspirapolvere. Era un grande tubo aspirante azionato da un motore, con uno spesso filtro, che terminava direttamente dentro un carro trainato da un cavallo e parcheggiato fuori dalla casa da pulire.

Non era portatile come quelli moderni e soprattutto non era in vendita: quello che si poteva comperare erano i servizi della sua ditta di pulizie, la British Vacuum Cleaning Company.

La stessa che si occupò di tirare a lucido l' Abbazia di Westminster di Londra per l'incoronazione di Edoardo VII.

 

L'aspirapolvere come la conosciamo noi, è arrivata poco dopo, dall'altra parte dell'Oceano Atlantico.

 

Nel 1907 James Spangler, addetto alle pulizie in un grande magazzino dell'Ohio, decise che ne aveva abbastanza della sua tosse cronica dovuta a tutta la polvere che alzava pulendo il negozio. Usando lo stesso principio di Booth, ma in dimensioni ridotte e usando un filtro in stoffa e un cuscino invece di un carro per raccogliere la polvere, creò il primo vero modello di aspirapolvere portatile.

 

Spangler, dopo un iniziale successo, decise di vendere tutto - modello, brevetto e azienda - al marito di sua cugina, un tale William Hoover. Lo stesso Hoover che in breve tempo sarebbe diventato il re degli aspirapolvere: ancora oggi in inglese passare l'aspirapolvere si dice proprio hoovering.

Fonte: http://daily.wired.it/news/tech

Forse non tutti sanno che:

 

dal 1° settembre 2014 è obbligatoria l'etichetta energetica anche per gli aspirapolvere, in questo modo saremo più consapevoli di quello che stiamo acquistando. Buon per noi.

 

Vediamo nello specifico cosa ci sarà in questa etichetta:

  • Classe di efficienza energetica
  • Consumo di energia annuo
  • Classe di riemissione di polvere
  • Livello di rumorosità
  • Classe di prestazione pulizia tappeti
  • Classe di prestazione pulizia pavimenti 
leggi di più

Halloween: come avere una tavola mostruosa

30 giorni alla notte più spaventosa dell'anno: Trick or Treat !

Cose molto carine, per decorare la tavola e la casa, che ho trovato girovagando per il web:

 

1. Tazzine di cioccolato a forma di zucca ripiena di dolcetti

 

leggi di più

5 diversi modi per riutilizzare le cravatte

Mio marito non è un compulsivo compratore di cravatte ma, tuttavia, qualcuna ogni tanto la butta. Io la raccolgo e la metto da parte fino a che non trovo ispirazione, magari su qualche sito interessante.

Ecco alcune idee:

Un prezioso girocollo

leggi di più

Il regalo per le maestre

Per i Pandini questo sarà l’ultimo anno di materna. A settembre inizieranno le elementari. La scuola dove impareranno a leggere, scrivere ed essere autonomi.

 

Io e Claudio abbiamo deciso di separare i bambini già dalla materna e ora sono in 2 classi diverse, 2 classi eterogenee. Quest’anno saranno in pochi ad uscire per le elementari: 4 bambini da una parte e 7 dall'altra.

Non mi andava di partecipare economicamente al regalo con gli altri bambini perché volevo fare qualcosa di diverso. Qualcosa che alle maestre avrebbe ricordato per sempre i bambini uscenti.

 

Ho pensato alla gioia che provavo quando i bambini tornavano a casa con dei lavoretti per me e così ho pensato di fare qualcosa di speciale per loro, utilizzando la creatività innata dei bambini. Ho raccontato alle altre mamme quello che volevo fare e loro con entusiasmo mi hanno esortata a portare avanti questo progetto.

le tovaglie per le maestre

leggi di più

Ho visto come nascono i sofficini

Ho avuto la fortuna di entrare nello stabilimento Findus di Cisterna di Latina e vedere la catena di produzione di alcuni loro prodotti, grazie a Flavia e TTV.

 

Sapete già che nonna è la mia spacciatrice ufficiale di verdure fresche e inoltre, quando ho la possibilità, acquisto direttamente nell'azienda agricola vicino casa, dove i miei gemelli fanno equitazione.

 

Detto questo però vi confesso che io acquisto anche prodotti surgelati.

Molte ricerche hanno dimostrato che i prodotti surgelati hanno la stessa quantità di sostanze "nutritive" del prodotto fresco se quest'ultimo è consumato immediatamente dopo la raccolta. Purtroppo però non abbiamo la certezza che l'ortaggio messo in vendita al supermercato sia stato raccolto il giorno prima, ma anche se così fosse, quasi sicuramente noi non lo consumeremmo il giorno stesso.

 

I prodotti freschi destinati alla surgelazione vengono raccolti nel momento giusto della maturazione e lavorati nel giro di poche ore. La temperatura scende a -18° in una manciata di minuti e controllata durante tutto il processo di confezionamento. Questo garantisce il mantenimento di gran parte delle sostanze nutritive e del sapore degli ortaggi.

 

La Findus ha inoltre un rapporto molto stretto con i coltivatori (con i quali lavorano da più di 10 anni) e questo ha permesso loro, con la rotazione delle colture e lo studio dei terreni, di diminuire drasticamente l'utilizzo di pesticidi.

 

A casa mia si consumano regolarmente spinaci e pisellini (di quest'ultimi ne abbiamo parlato a lungo con l'Agronomo findus), bastoncini e sofficini (di questi abbiamo visto il processo completo, dal taglio del blocco surgelato del merluzzo al confezionamento, passando per la panatura e la pre-frittura) ed altri pesciolini panati e al naturale per i bambini.

 

Non posso consumare le zuppe perchè piene di sedano ed io ho un problema con l'ortaggio in questione. Avete presente quando bevete un paio (anche 3) di bicchieri di vino a stomaco vuoto? I sensi rallentati, la testa leggera, le gambe molli e l'irresistibile voglia di ridere a tutte le sciocchezze? Ecco questo è quello che più o meno mi accade se mangio il sedano.

 

Una volta ho aperto un busta di zuppa del casale e ho tolto tutti i pezzetti di sedano che ho trovato. Un lavoro esagerato. Non si può fare. La zuppa me la cucino.

 

Lo stabilimento è molto bello e per entrare all'interno ci chiedono di indossare dei camici, le scarpe anti infortunio, delle cuffie per la testa (la mia cresta resisterà a questo ed altro) e di togliere anelli, collane, spille, e orecchini...eh?!? Dovevano dirmelo ieri...ci metto una vita a togliere tutti gli orecchini. Dopo avermi guardato le orecchie, il direttore dello stabilimento Paolo Ruffato, decide che per me farà un'eccezione :)

leggi di più

Pasqua: idee per decorare la tavola e non solo

Cose molto carine che ho trovato girando per il web.

 

1. Keep calm and...

questa è davvero un'idea molto cool

leggi di più

Tutorial: maschera da serpente

Quest’anno il nostro carnevale sarà sibilante e strisciante.

 

Ho fatto vedere ai bambini una rivista dove erano fotografate delle maschere di carnevale e, tra i vari spiderman e batman, saltava agli occhi la foto di una bella bimba vestita e truccata da serpente. Era così carina che l'hanno notata anche loro. Ottima scelta. Li carico in macchina e li porto a comprare le stoffe più adatte.

Ovviamente hanno scelto loro i colori per la loro maschera: Luca sarà un bel serpente arancione ed Emma una serpentella tutta fucsia.

 

Per disegnare il cartamodello vi consiglio di prendere come riferimento degli indumenti di vostro figlio. Una tuta e una maglietta andranno benissimo. Ricordatevi però che il costume deve essere piuttosto aderente.

leggi di più

Struccarsi con l'olio di cocco

Per struccarsi in modo semplice e naturale basta acquistare un barattolo di "OLIO DI COCCO" (reperibile nei negozi bio tipo NaturaSì, oppure online partecipando magari ad un gruppo di acquisto, o meglio ancora nei negozi etnici dove si trovano grandi confezioni a poco prezzo).

leggi di più

Burro cacao olio di cocco fai da te

Arriva l'inverno e le tue labbra si screpolano? Nessun problema, giochiamo d'anticipo e proteggiamo le nostre labbra dal freddo e dal vento con un fantastico burro cacao fatto in casa,

Eheheh sembra un spot pubblicitario degli anni '80.

 

INGREDIENTI per circa 5 stick/barattolini da 10ml

leggi di più

Pulire vetri e specchi in modo ecologico

Bastano tre semplici ingredienti per realizzare un prodotto molto efficace ed economico per pulire specchi, vetri e tutte le superfici che non hanno bisogno di trattamenti particolari.

vetri e specchi ecologico: INGREDIENTI

leggi di più

Riciclare e trasformare una camicia da uomo

Sono tante le camicie che mio marito dismette perchè si rovina il colletto, oppure le maniche, si macchiano, o ancora si rovinano con il deodorante. Mi dispiace buttarle e così ci tolgo i bottoni e spesso ne faccio stracci per la pulizia di vetri e specchi.

 

A quelle più carine e meno rovinate invece dono una seconda vita facendole diventare dei vestiti per mia figlia o delle bluse per me. Sul sito Brown Paper Packagesin questa pagina, spiega come trasformare le camice da uomo in canottiere per bambine. Ne ho trovato anche un altro molto interessante che trasforma le camicie in gonne da donna >> QUI << .

 

Io ho seguito il tutorial su MADE, è davvero semplice perchè spiega passo passo tutti i passaggi fondamentali, ed ho trasformato una mia camicia in un abitino per mia figlia.

Nelle altre foto invece ho trasformato una camicia di Claudio in una blusa per me. Per fortuna mio marito è magro e le sue camice, SLIM, si trasformano facilmente senza troppe modifiche.

leggi di più

L'aceto per le pulizie in casa

L'aceto di vino bianco, oltre ad essere un ottimo condimento per molti alimenti, trova largo impiego nelle pulizie domestiche ed ha moltissimi vantaggi sia per le nostre tasche (essendo molto più economico di molti prodotti per le pulizie) che per l'ambiente.

 

E' un ottimo sgrassante, un efficace anticalcare, un prezioso brillantante e un buon ammorbidente. Vediamo nel dettaglio in che modo e dove può essere usato.

vetri - frigorifero

leggi di più

Ristrutturare vecchi mobili e sportelli

Accade che la temperatura inizia a salire, che i rami si riempiono di gemme e che nell'aria si sente quel profumo inconfondibile di primavera...che anticipa la mia stagione preferita: L'ESTATE !


Accade che mi guardo intorno alla ricerca di qualcosa da fare e allora mi vengono in mente gli sportelli della casa in Sardegna che la scorsa estate ho fatto smontare a mio suocero perchè troppo squallidi. Li vado a prendere in garage, li guardo e inizio a pensare a quella bella casetta in Sardegna, al mare, alla spiaggia, al relax.

Prendo i colori, i pennelli e comincio a disegnare quello che mi frulla per la testa.

E questo è il risultato.

leggi di più