io, Pand, vegana da quasi una vita

Io, Pand, vegana da quasi una vita.

 

Avevo 12 anni, ero allegra e spensierata come ogni dodicenne che va a trovare i parenti in aperta campagna e gioca con il suo bel cagnone. Ci rincorrevamo e stavamo tutto il giorno in giro per prati a giocare, sdraiarsi nell'erba e fare ghirlande di fiori.

 

In campagna c'erano molti animali: galline, pecore, maiali, oche, conigli. Mi divertivo a dar loro da mangiare, ma un giorno, intorno al recinto dei maiali, c'era un sacco di gente, i maiali gridavano, i contadini ridevano, i maiali non gridavano più, i contadini continuavano a ridere. Io non ridevo. Io ho smesso di mangiare la carne

Sono 32 anni (non fate i conti per favore) che non mangio carne e non mangio pesce e che ogni volta che mi siedo a tavola con qualcuno diverso dalla mia famiglia, mi sento dire che la mia alimentazione è sbagliata. La mia famiglia ha accettato la mia scelta senza opporsi. Forse pensavano che con il tempo avrei superato questa fase ricominciando a mangiare tutto. Forse lo pensavo anche io. Ma così non è stato.

 

Sono 32 anni che tutti si prendono il diritto di dirmi che sbaglio, che la mia alimentazione non è corretta. che le proteine animali sono essenziali per una alimentazione sana ed equilibrata, che da sempre l'uomo va a caccia e mangia carne (ovviamente sbagliando....da sempre l'uomo è si cacciatore, ma soprattutto raccoglitore). Oppure, cosa che trovo alquanto deplorevole, mi dicono ficcandosi un pezzo di carne in bocca "non sai che ti perdi".

Eh no, è qui che sbagliate tutti, lo so bene perchè fino a 12 anni ho mangiato anche io la carne. Solo che poi ho smesso di ragionare con lo stomaco ed ho ascoltato il cuore e la testa. Oppure ci sono quelli che mi dicono (ma poi con il tempo ho imparato a capire che usano questa frase per giustificare loro stessi) "anche le piante soffrono quando vengono tagliate".

 

Ho sempre risposto con gentilezza a queste persone, quella che invece non è mai stata usata nei miei confronti.

Non mi sono mai permessa di dire alle persone che mangiano gli "animali" che dovrebbero rivedere la loro alimentazione, che gli animali soffrono molto di più di una pianta quando vengono uccisi, che negli allevamenti intensivi gli animali sono malati perchè costretti a vivere in spazi sovraffollati, con luce artificiale e nessuna possibilità di mettere in atto comportamenti naturali. Che i mangimi con i quali sono alimentati possono nuocere non solo alla salute dell'animale stesso, ma anche a quella di chi se ne ciba, che spesso i bovini sono trattati con ormoni d'origine animale, di sintesi o sperimentali... Potrei continuare per ore.

 

Ma non lo faccio perchè io, la Pand, ho rispetto.

Mi dicevano che quando sarei rimasta incinta avrei dovuta mangiare la carne, che durante l'allattamento il pesce è fondamentale, che una prolungata anemia mi avrebbe portato dei seri problemi. Ma io non sono anemica, mai stata, neanche durante la gravidanza gemellare ho dovuto assumere del ferro ed ho allattato i miei gemelli fino a quasi 18 mesi senza assumere integratori o mangiare carne e pesce.

 

Oggi ho eliminato dalla mia alimentazione ogni alimento di origine animale e ne sono contenta. Inoltre, avendo i nonni contadini, ho sempre a disposizione frutta e verdure di stagione e uova freschissime di galline felici per i miei bambini.

 

La mia vita non è a impatto 0, ma ci si avvicina molta da 32 anni.